lunedì 7 giugno 2010

Il Dinho di Crudeli: L'incommensurabile foca monaca

Dinho, raffinato interprete di un calcio dove arte e poesia si fondano mirabilmente per dare vita a uno spettacolo pirotecnico di rara bellezza. Certo, il fuoriclasse moderno non può prescindere da alcune componenti atletiche. La velocità abbinata alla tecnica fa la differenza. Gli anni, purtroppo, scorrono veloci e allora anche i campioni più conclamati sono destinati a sfiorire. Ronaldinho, a 30 anni, non è lo stesso che abbiamo visto giostrare nel Barcellona (69 gol in 145 partite e nella stagione 2006-07 ha realizzato il bottino massimo di 21 reti in 32 partite) una serie di infortuni e poi il trasferimento al Milan dove nel campionato 2008-09 ha realizzato 8 gol in 29 match disputati , quest' anno sia pure in una stagione disseminata di luci e ombre come è andato oltre regalandoci 17 assist ( e non 16!!) e 15 gol (12 in campionato e 3 in Champions) complessivi. Non poco se si considera che 32 delle 72 reti conseguite dal Milan in campionato (60 centri) in Champions (10) e in Coppa Italia (2) sono scaturite dalle sue invenzioni. Grazie alle prodezze della Foca Monaca (appellativo che gli ho personalmente affibbiato per la sua destrezza) i rossoneri hanno incamerato più di 28 punti. Dati statistici che confermano la notevole incidenza del brasiliano. Personalmente più che relegarlo sull'out lo vedrei meglio operare dietro le punte, libero di muoversi in spazi più ampi per dare sfogo al suo immenso talento, anche se devo riconoscere che nel calcio di oggi il trequartista in fase di ripiegamento della squadra deve saper difendere e contrastare gli avversari. Doti che non sono nelle corde dell'incommensurabile fuoriclasse brasiliano più portato a recitare un ruolo di primo piano nella fase offensiva piuttosto che in quella difensiva. Ogni tanto si concede delle pause, durante le quali per lunghi tratti sembra estraniarsi, poi quando rispuntano i suoi preziosismi tecnici, che ravvivano le partite, in quei frangenti di piena estasi tutto passa in secondo ordine: il tempo che scorre troppo velocemente, il risultato del match, gli avversari che randellano come dei fabbri, gli errori dell'arbitro, i debiti personali, la suocera rompiscatole. Ipotizzare un calcio senza l'estro, la fantasia, la classe degli emuli di Ronaldinho è come radere al suolo le bellezze naturali e rendere brullo un paesaggio incantevole. Il football moderno, sempre più rude e muscolare, è un corpo senza anima e quindi non manda in sollucchero le platee. I fini dicitori che con la loro abilità di palleggio esaltano il rendez-vous pedatorio sono una garanzia e un patrimonio di inestimabile valore che infiammano le torcide. Ronaldinho appartiene a questa razza eletta che va protetta e salvaguardata.

Tiziano Crudeli

105 commenti:

  1. grande Tiziano!

    salvaguardiamo il nostro patrimonio, Dinho dev'essere sostenuto come merita la sua classe, come meritano le sue giocate. C'e ancora gente che pensa che quest'anno non e' stato fondamentale, poveri noi.

    RispondiElimina
  2. io a momenti mi commuovo, speriamo che la societa' faccia qualcosa per

    mantenerlo in rossonero altrimenti facciamo una brutta fine.

    RispondiElimina
  3. Leone Rossonero07/06/10, 20:53

    Luca te come al solito ti fai prendere dall'emozione....

    Crudelone e' uno di noi, e' un rossonero puro e sempre difendera' il bene della nostra squadra, uno come lui non puo' di certo schierarsi con qualche ciarlatano che fa finta di essere milanista.

    Forza Milan, Forza Dinho, e grande TIZIANO!!!!!

    RispondiElimina
  4. ipotizziamo che si prende un attacante forte e lo si mette in fianco a Pato, con gli acquisti che abbiamo fatto secondo voi siamo forti o no?

    RispondiElimina
  5. secondo me possiamo evitare di farci asfaltare, se non mettiamo mani alla difesa come cristo vuole non c'e Dinho, Pato o nuovo attacante che tenga

    RispondiElimina
  6. grande Tizianinho Crudelinho

    RispondiElimina
  7. Sono d'accordo con Luca, la squadra deve avere grandi fondamenta, Thiago è un bravissimo difensore ma ne occore un'altro almeno di pari livello che gli giochi al fianco (Nesta è un extraterrestre per quanto è forte ma l'età e gli infortuni si fanno sentire) poi serve almeno un esterno. E non lascerei scappare Storari, giocatore che ho molto rivalutato lo scorso anno (Lui e Abbiati formano una bella coppia di portieri)

    Grande Tiziano!!!!!! è proprio vero il calcio è bello anche perchè ci sono giocatori come Dinho che dal nulla posso far nascere una stupenda azione da gol!!!!!!!!

    FORZA MILAN SEMPRE E COMUNQUE!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  8. vero Max, anch'io rivaluterei Storari e Abbiati

    mi danno una certa sicurezza

    RispondiElimina
  9. sempre meglio di Dida

    RispondiElimina
  10. Grande Tiziano!




    Guardia notturna Rossonera (alle 2 di notte , ancora vigile)

    RispondiElimina
  11. http://www.youtube.com/watch?v=CD2X_S0QSVY&feature=player_embedded

    raga dedicato al nostro Dinho e a tutti quelli che lo davano per finito!!!

    Raf

    RispondiElimina
  12. sono tanti quelli che da 2 anni lo danno per finito, puntualmente quando fa delle belle partite (cioe' quasi sempre) si nascondono e strisciano come degli interisti.

    Io faccio fatica a credere che sta gente sia milanista veramente

    RispondiElimina
  13. emozionante Raf , emozionante :)

    RispondiElimina
  14. Dinho sei un grandissimo


    Tiziano sei il milanista doc piu' vero che conosco

    RispondiElimina
  15. I tifosi milanisti sono ansiosi di sapere. Le continue lungaggini su Allegri che ufficialmente non è ancora il nuovo tecnico, complice Cellino-presidente del Cagliari-, le confuse notizie di calcio mercato che parlano di operazioni assurde, tengono sulla corda la pletora degli aficionados rossoneri. Per restare in tema, a mio avviso la notizia meno credibile è lo scambio tra Oddo e Zebina. Invertendo l'ordine dei giocatori il prodotto comunque non cambierebbe. Entrambi sono alla frutta, entrambi hanno alle spalle una stagione deludente. Entrambi hanno superato i trenta: Oddo è del 1976 e Zebina del 1978, quindi non sono giocatori di primo pelo. Si sostiene che il Milan necessita di forze fresche e per tale ragione deve prelevare dalla propria Primavera gli aspiranti futuri titolari. Poi quando nei test più delicati e importanti si sono visti all'opera gli elementi di spicco ci si è accorti che non sono ancora pronti per il grande salto nel calcio professionistico dove certe ingenuità vengono pagate a caro prezzo e incidono fortemente sui risultati. Nell'immediato non possono certamente essere loro la panacea delle disfunzioni del Milan. Gli sbarbatelli devono maturare e acquisire formative esperienze. La smania di ringiovanire ad ogni costo può risultare controproducente se poi i ragazzi non si rivelano subito all'altezza. Alberto Costa, firma prestigiosa del Corriere della Sera, dopo le prime partite amichevoli dell'Italia scrive:

    RispondiElimina
  16. “Dietro ai grandi vecchi soltanto giovani ancora acerbi, una mediocrità diffusa e talenti inespressi.” Se questo è il ricambio generazionale dei campioni del mondo in carica c'è da essere fortemente preoccupati. In realtà è lo specchio del calcio italiano che fatica a produrre giovani di casa nostra di valore. Dunque a tutti i livelli manca la materia prima. L'Inter di Mourinho ha vinto grazie anche agli acquisti di Milito 31 anni rivelatosi nel corso della stagione uno dei bomber più forti in circolazione, Lucio 32 anni, Eto'o 29 anni, Thiago Motta 28 anni. Un gruppo di giocatori che hanno fornito ottimi risultati. Da tutto ciò è utile trarre un insegnamento: bisogna individuare giocatori, anche in là con gli anni, in grado di garantire un apporto di qualità. Quindi, per ritornare ai fatti di casa nostra, non lasciamoci prendere dall'ansia di rinnovare l'organico in maniera scriteriata. E' stato accolto con molto scetticismo l'acquisto di Mario Yepes, classe 1976, che andrà a sostituire il trentottenne Favalli in scadenza di contratto. Il colombiano, forte fisicamente, abile nel gioco aereo, è uno dei giocatori che nel corso del campionato ha avuto la media-rendimento più alta. Oltretutto è allettato dal potersi misurare in una squadra che parteciperà alla Champions League. Quindi non scandalizziamoci più di tanto se il primo acquisto, a parametro zero, non è un giovincello. Yepes, integro, fortemente motivato e sicuramente con ancora tanto da spendere, può aiutare a migliorare la solidità del reparto difensivo rossonero. E' chiaro però che il gerontocomio milanista deve evitare di arricchirsi di altri matusa che magari hanno chiaramente dimostrato di essere sul viale del tramonto.

    RispondiElimina
  17. Va bene l'esperienza, ma non è il caso di esagerare. Il Milan, pur procedendo sul mercato con estrema con cautela, deve poi dare un segno di uscire dall'immobilismo in cui pare vegetare. E' vero che la vetrina dei mondiali potrebbe offrire una panoramica molto interessante dalla quale poi attingere nuova linfa. D'altronde grandi campioni a prezzi abbordabili non ce ne sono. Il Milan poi non può permettersi il lusso di sperperare. I dirigenti quindi devono muoversi con raziocinio nel tentativo di scovare a buon mercato qualche pezzo pregiato. Andando a ritroso nel tempo è bene ricordare che il giovane Kakà venne acquistato per 7 milioni e 500 mila euro accompagnato da molto scetticismo e nel giro di poco tempo ci regalò grandi soddisfazioni e, una volta ceduto, un mare di denaro. Sono queste le operazioni più indovinate che purtroppo non sempre vanno in porto o non sempre certi giovani (Viudez, Cardacio, Grimi, Mattioni....) si rivelano giocatori di alto livello.

    RispondiElimina
  18. editoriale di Tiziano su MilanNews :)

    RispondiElimina
  19. Il problema del Milan? Non è certo l'allenatore!


    Parola di Paolo Maldini, che stamane, a margine di un incontro per la presentazione di un'iniziativa benefica nella sede della Gazzetta dello Sport, ha detto la sua sul momento dei rossoneri: "Il problema della squadra non è l'allenatore - ha detto -. Allegri ha fatto benissimo al Cagliari, spero che possa fare altrettanto bene al Milan. In questo momento però - aggiunge - il problema è diminuire il gap con le altre squadre e ci vorrebbero dei calciatori". Maldini ha parlato anche delle altre big del nostro campionato: "La Juve sta investendo tanto, l'Inter è già forte e comunque anche qui c'è voglia di investire. Il momento è un po' così e il mercato si fa in base ai momenti". Lo storico capitano milanista, come sempre, uno di quelli senza peli sulla lingua, lancia un preciso allarme: "Al momento non c'è la volontà di fare colpi pazzeschi - afferma - ma di limitarsi a scambi poco onerosi, quindi la gente deve abituarsi a questa idea. In condizioni simili colmare il gap è molto difficile". Non resta che puntare sui giovani, dunque, ma Maldini non è poi così convinto: "I giovani bravi costano più dei campioni affermati - precisa -. Si parla tanto dei ragazzi della Primavera, che sono bravi, ma non sono pronti ad affrontare il campionato italiano che è pieno di insidie".

    RispondiElimina
  20. galliani di merdaaaaaaaaaaa


    silvio vatteneeeeeee

    RispondiElimina
  21. dai ma cosa succede a sti cazzo di tifosi....

    dicono tutti un sacco di coglionate, offendono gratuitamente chiunque da quasi 2 anni, sembrano quelle merde di interisti di qualche anno fa.
    Dobbiamo darci una regolata, la squadra va sostenuta e mai offesa, questo e' sempre stato un nostro anello vincente, oggi lo stiamo perdendo in modo ridicolo................



    questa lettera di Farina l'ho trovata sul blog del Rossonero di Vergogna, copio e incollo:


    Caro Amministratore Delegato Galliani, sono il Suo predecessore Giuseppe Farina. In questi giorni
    continuo a leggere le Sue giustificazioni, anche a nome del Presidente Berlusconi, in risposta agli
    attacchi che Vi sono stati rivolti dai tifosi milanisti.
    Lei più volte ha ripetuto che, «dopo avere preso il Milan in un'aula di Tribunale, abbiamo giocato 8
    finali di Champions». Quindi, visto che a Suo giudizio il merito sarebbe tutto Vostro mentre sarei stato io il colpevole del misfatto, «oso›› provare a difendermi ricordandoLe quanto segue:

    1) In Tribunale il Milan l'avete portato Voi, non io, e lo avete fatto per non pagarlo. Lo avete fatto per riceverlo in regalo, eliminando anche tutti i piccoliazionisti che ricordo ancora con piacere e amore.
    Se ha poca memoria, caro Galliani, si faccia raccontare da Nardi e dal commercialista Locatelli come sono
    andate le cose.

    2) Con il Milan che avete preso in Tribunale avete fatto 8 finali di Champions, è vero,
    ma forse che in questo Milan non c'erano tutti i giocatori che vi ho lasciato io? Baresi, Costacurta,
    Filippo Galli, Tassotti, Maldini, Evani, Virdis e Albertini?


    3) E Lei non ha notato che il vituperato Farina avrebbe potuto comodamente pagare il debito Irpef cedendo, non dico Baresi o Maldini, ma uno soltanto degli altri giocatori appena citati? In questo modo Vi avrei costretti ad acquistare, pagandola, la società. Altro che Tribunale!

    4) Lei parla anche di soldi, lamentandosi del fatto che Barcellona e Real Madrid incassino il doppio. Ma
    essere proprietari di Maldini, Baresi, Tassotti, Costacurta, Albertini, Galli ed Evani, provenienti
    dal settore giovanile o acquistati per poco sviluppandoli da giovani ha fatto risparmiare quei
    soldi al Milan, costruendo un solido tessuto umano e di amore sportivo attorno alla squadra, essendo tutti quei giocatori frutti dello stesso albero.

    Prima di congedarmi, mi consenta un'ultima riflessione. Io dal Milan ho cacciato Radice che era stato
    ingaggiato dal mio predecessore Felice Colombo ma non ho dato mai la colpa a Colombo.
    Per questo non avrei mai incolpato Leonardo, a maggior ragione se fossi stato io a sceglierlo come allenatore. Avreste dovuto difenderlo, Leonardo, colpevole soltanto di colpe non commesse, invece di criticare i tifosi della Curva Sud che sono più saggi di Voi.
    Quanto a un altro dei sui cavalli di battaglia (il Milan che «vegetava››), Le ricordo che siamo andati
    in B perché all'epoca il Palazzo non ci difese come avrebbe dovuto, ritornando però in serie A in una
    sola stagione dopo avere dominato il campionatocadetto.
    E quando Berlusconi, nel gennaio 1986, prese il mio Milan che aveva il compianto Liedholm
    in panchina, eravamo terzi in classüca.


    Giuseppe Farina

    RispondiElimina
  22. galliani galliani....

    RispondiElimina
  23. rossonero di vergogna e' sparito?

    RispondiElimina
  24. incommensurabile rossonero di vergogna



    eheieihehiheihiehie

    RispondiElimina
  25. dinho se ne va al 100%



    ehehehehhee

    RispondiElimina
  26. e chi e' questo anonimo???

    sara' mica il Rossonero di Vergogna????


    cazzo mi sono rotto le palle di scrivere tutto sto nome , da oggi lo chiamo RDV

    RispondiElimina
  27. Leone Rossonero08/06/10, 20:40

    no Luca, RDV si firma sempre, sara' un'intruso del giorno

    RispondiElimina
  28. Crudeli sei il massimo

    RispondiElimina
  29. giusto per non far dire che postiamo solo cose di parte.........

    Cari amici rossoneri, in un momento difficile e di dubbi come questo per il nostro Milan, credo sia giusto e dovuto focalizzarsi sui rimedi da apportare alla squadra non solo in termini di acquisti, intendo modulo uomini e cessioni.
    Il mio parere è semplice è chiaro, il problema numero uno del Milan è Romaldinho ed è stato il suo acquisto a "rovinare" il nostro Milan, ed adesso vi spiego i perchè:
    - L'acquisto di Ronaldinho ha creato problematiche di modulo prima ad Ancelotti (esonerato poichè non giocava Dinho), a Leonardo e così sarà anche per il nuovo Allegri.
    - L'avvento di Ronaldinho ha aperto la possibilità di cedere Kakà così come poi è avvenuto, e abbiamo perso il simbolo e il trascinatore per un giocatore ormai normale.
    - I problemi difensivi del Milan sono appariscenti sulla sinistra difensiva, prima con Jankulovski, poi Zambrotta e infine Antonini. Il motivo? Semplice, Ronaldinho è l'unico nel Milan a non difendere ed a trotterellare per il campo lasciando puntualmente il terzino in inferiotà numerica.
    - Decisivo mai quando serve, con il Siena, e con squadre di bassa classifica, fa la differenza, con le grosse squadre mai, viene puntualmente annientato dai terzini che lo marcano (Maicon, Evra, Riise e la lista non finisce di certo qui).
    - Infine un ingaggio da top player mondo superiore a tutta la rosa del Milan con risultati non da top mondo, venderlo questa estate sarebbe l'unico modo per risparmiare su un ingaggio assurdo e reperire dei fondi da investire con oculatezza sul mercato, tenerlo sarebbe l'ennesimo errore.

    Questa è la mia idea, certo forte, ma sempre per il bene del Milan!

    Cordiali saluti a tutti
    Lombardo Giuseppe


    ma va ciapa i rat

    RispondiElimina
  30. buon pomeriggio anonimo :)

    RispondiElimina
  31. chi e' lombardo giuseppe????

    mi sa che e' RDV camuffato


    eheheheheheh

    RispondiElimina
  32. giuseppe lombardo fai prima a cambiare squadra eheheheh :) ...

    Raf

    RispondiElimina
  33. eeheihwihioheiohoihw

    RispondiElimina
  34. e raf, ce ne sono tanti che dovrebbero cambiare squadra, ma proprio tanti, distribuiti nei vari blog del web

    RispondiElimina
  35. ma tantiiiiiii

    RispondiElimina
  36. mi fanno incazzare come una bestia queli che remano contro per ogni cosa,

    si prende yepes e non va bene, si prende quell'altro e non va bene, non va bene la dirigenza, non va bene l'amministratore, non va bene il presidente....


    ma andate a farvi fottere

    RispondiElimina
  37. tiziano ha ragione tutta la vita....

    dinho bisogna mantenerlo e preservarlo, dopo di lui non vedremo più campioni di questo calibro in campo....


    oggi sono tutti li che si lamentano di tutti, solo perchè non vinciamo nulla da qualche anno , ci sono milanisti e milanisti però....

    alcuni sanno soffrire con grande onore, quelli che non portano rancore, che non offendono e che al massimo si limitano a fare critiche costruttive, altri,

    sembrano interisti che non hanno mai vinto un cazzo, che non sopportano la perdita o non soportano non vincere trofei, forse sono quelli più giovani, che hanno vinto poco, le loro menti non portano memoria positiva, stanno sempre li a brontolare e parlano dalla mattina alla sera delle stesse cose tutti i gironi 24 ore su 24 da mesi.... una vera noia che a noi milanisti veri non tange assolutamente.

    quelli veri, di milanisti, vincono e perdono sempre a testa alta....

    mi direte, la testa alta quest'anno non c'è stata, e magari neanche l'anno scorso, e allora? vi chiedo io, cosa facciamo? perchè non arrivano vittorie cominciamo a spruzzare offese quotidianamente? come se questo aiuti.....



    FdL per sempre

    RispondiElimina
  38. FdL , ma che fine ha fatto la fossa?, quella si che era una curva....

    tornate allo stadio, c'è bisogno della vostra moralità, della vostra classe, delle vostre urla

    RispondiElimina
  39. eeee la curva, bei tempi quelli....

    le cose cambiano

    :)


    FdL per sempre

    RispondiElimina
  40. non facciamo gli interisti per favore

    RispondiElimina
  41. Leone Rossonero09/06/10, 17:08

    minkia stiamo facendo un mercato ridicolo, la società non tira fuori una lira neanche quest'anno, prendere un'allenatore per il milan sembra stia diventando una divina commedia


    cerchamo di essere onesti con noi stessi

    Dinho con una società cosi dovrebbe andarsene altro che rinnovare....cosa fa rinnova per prendere pesci in faccia per un'altro anno????

    poveri noi

    RispondiElimina
  42. vendiamo dinho, anche R10 l'ha postato qualche giorno fa......

    se deve restare qui, è per una squadra competitiva e non alle cozze

    RispondiElimina
  43. onesti con noi stessi ragazzi !!!
    Io dinho non vorrei per nessuna ragione al mondo venderlo, ma se è per il suo bene e per quello del Milan, che fare


    per amore a volte si lascia


    (R10 che fai se dinho va via? chiudi il blog?)

    RispondiElimina
  44. Leone Rossonero09/06/10, 17:23

    cazzo chiude, R10 c'era prima del Gaucho in rossonero e ci sarà anche dopo, un pò tipo come il Milan, si cambiano giocatori, si cambia il presidente ma la fede è sempre quella.
    R10 è un rossonero, mi sembra evidente.

    RispondiElimina
  45. Leone Rossonero09/06/10, 17:25

    comunque Dinho, meglio lontano e felice che in casa deriso e martellato da una nikkia di coglioni

    RispondiElimina
  46. cazzo di colpo cambiate tutti direzione sul gaucho????

    RispondiElimina
  47. Leone Rossonero09/06/10, 17:31

    no anonimo, non cambio direzione assolutamente, io dinho lo vorrei sempre nel milan, ma a condizioni ben precise....

    mi sono praticamente rotto il cazzo di vederlo martellato ovunque solo perchè abbiamo una squadra che fa ridere i polli, non trovo giusto trattare un giocatore del suo calibro come un gilardino qualunque, questo mi fa soffrire come milanista e come fan del gaucho in primis

    quindi vai dinho vai per la tua strada e salva la tua aureola da campione che hai, perchè il milan e i suoi tifosi sono messi proprio male

    RispondiElimina
  48. e si, concordo con Leone

    RispondiElimina
  49. Ci mancava solo Pato ora a dire certe cose........
    Ma d'altronde se anche io ero un giovane di 21 anni con quelle capacità e quella fame di vittorie, forse vedendo il mercato e i progetti della società, alcuni dubbi sul mio futuro li avrei avuti anche io!!!!

    RispondiElimina
  50. minkia pato poi

    RispondiElimina
  51. cos'ha detto pato??? non ho visto

    RispondiElimina
  52. praticamente non sa se resta

    RispondiElimina
  53. Leone Rossonero09/06/10, 17:51

    pausa caffe

    RispondiElimina
  54. intervengo , perché mi è stata segnalata sta cosa sul mio blog. io mi firmo sempre pure quando sono sloggato. e mi stanno sui coglioni quelli che non si firmano.

    aggiungo due cose: Farina non dice nulla di diverso da quello che dice Carlo Petrini sul ssuo libro "Le corna del diavolo", cose ben documentate dalle carte del tribunale e pure dai giornali dell'epoca. una realtà rimossa da 25 anni di bugie a reti unificate.

    secondo: ieri Milan Channel annunciava che anche quest'anno c'è da ripianare per 50 milioni e che proabilmente quest'anno non compriamo nessuno. oggi Pato ha detto pure abbastanza chiaramente che pensa di andarsene. il rischio è che vendiamo pato e non compriamo nessuno. contenti voi...

    RispondiElimina
  55. cmq... la vedo dura che Ronaldinho rimanga al Milan, oggi come oggi. vedremo

    RispondiElimina
  56. direi che RDV ha abbastanza ragione, le notizie di milan channel e le dichiarazioni di pato non fanno ben sperare...

    comunque RDV qui non e' contento nessuno, anzi, siamo un po tutti sull'incazzoso andante

    RispondiElimina
  57. quelli che non si firmano? contenti loro ..... :)

    l'inportante e non rompere i coglioni a nessuno, per me uno puo' firmarsi o meno, non cambia proprio nulla, c'e un sacco di gente che si firma ma che scrive solo stronzate

    RispondiElimina
  58. Leone Rossonero09/06/10, 20:02

    era un caffe lungo

    RispondiElimina
  59. anonimo delle 19.55|



    di chi parli?

    RispondiElimina
  60. che buona la carbonara

    RispondiElimina
  61. Leone Rossonero09/06/10, 20:18

    no no io non mi altero, era solo una domanda :)

    RispondiElimina
  62. certo

    che

    pato

    e'

    proprio

    uno

    stronzo

    di

    prima

    categoria

    RispondiElimina
  63. io continuo a ripeterlo raga, se Dinho va via possiamo dare l'addio anche Pato e poi l'anno prossimo a Thiago, pero' Milannews a volte scrive sempre le stesse cose, un po' per far leggere e un po per far incazzare


    Prima Ronaldinho, ora Alexandre Pato. La domanda sorge spontanea: il fuggi fuggi generale è già iniziato? Per ora è solo un quesito, piuttosto triste e spiacevole, ma pur sempre un abbozzo di pensiero, da prendere con le giuste distanze. Il Gaucho, dopo aver più volte "rigettato" il proprio destino nelle mani di Roberto de Assis (il fratello-agente), dribblando con classe ogni domanda insidiosa, ha spaventato - e non poco! - il popolo rossonero con una doppia uscita dal campo dal sapore di addio: contro la Juve, nell'ultima di campionato, e a Montreal, nell'amichevole conclusiva della tournée americana. Solo gesti e nessuna parola, questo bisogna dirlo. Segnali? Indizi? Soltanto apparenze? Tutto è possibile, ma il dubbio rimane e il silenzio calato attorno all'ex Barcellona (per il momento in vacanza) accentua il sospetto. Dopo gli strani sintomi del "dentone" verdeoro, stamane ci ha pensato un altro attaccante carioca a spaventare il diavolo, sganciando sulla terra una bomba inaspettata. "Restare al Milan? E' presto per dirlo. Ne riparleremo dopo il 20 luglio, il giorno del raduno a Milanello". Testo e regia di Alexandre Pato, destinato ad un pubblico adulto, dal cuore forte. Il papero ha forse respirato l'aria di via Turati, ormai un'autentica "chronic austerity", che toglie il fiato un po' a tutti? Beh, a questo punto è lecito chiederselo. Pato scricchiola, dunque, e con lui il tifoso milanista, sempre sul "Chi va la?" ad ogni tenero squillo di tromba proveniente dall'estero, per esempio da Londra, sponda blues. Per un giocatore che va, uno che viene, è il diktat di Galliani: la speranza, però, è che siano altri a fare le valigie e lasciare il rossonero, non certo i due in questione... per la serie "Parto anch'io? No, tu no!".

    RispondiElimina
  64. "a volte" e "sempre", si lo so che c'e' l'errore, abbiati pazienza, sto anche mangiando

    RispondiElimina
  65. per Max:

    Nesta ha rotto i coglioni, ogni anno ci lascia a peidi con i suoi infortuni

    RispondiElimina
  66. pato e' un coglincello , se va via fa la fine di kaka il merdoso

    RispondiElimina
  67. pato parla di ronaldinho, dice "i compagni hanno bisogno della sua allegria di gioco"

    http://video.globo.com/Videos/Player/Esportes/0,,GIM1279519-7824-ALEXANDRE+PATO+APONTA+FAVORITOS+PARA+A+COPA+DO+MUNDO+E+FALA+SOBRE+RONALDINHO+GAUCHO,00.html


    anche perche' se era per l'allegria dei tifosi quest'anno la retrocessione
    non c'e' la toglieva nessuno

    RispondiElimina
  68. ei R10, a quando il prossimo editoriale del crudelone?

    RispondiElimina
  69. E' Luca hai ragione purtroppo un pò l'età e un pò il fisico Nesta gioca solo alcune partite di campionato....Ma se fai caso (il lo avevo nel fantacalcio)la sua media voti anche quest'anno è stata veramente paurosa. Purtroppo non vedo nessuno in giro che lo possa sostituire,di italiani bravi che gli si possono avvicinare non ce ne sono, e gli stranieri (anche quelli pochi) costano.... Purtroppo il Milan deve investire in quel reparto seriamente perchè come dici te Nesta non da certezze (ma non possiamo per adesso farne a meno)e Thiago da solo affiancato, come l'anno scorso, ora da oddo ora da pancaro non riesce a tenere il reparto difensivo al sicuro.

    RispondiElimina
  70. Leone Rossonero09/06/10, 20:54

    mamma mia sentire i nomi di oddo e pancaro mi viene la pelle d'oca

    RispondiElimina
  71. io non posso proprio rivedere una stagione come questa... l'anno prossimo a fine campionato non ci arrivo, mi sa che muio prima di crepacuore



    siamo qui a distruggerci il fegato e loro da 2 anni che pensano solo al bilancio, gli bilancerei le palle!



    Maradona che saluto i napoletani non l'avevo vista:

    http://www.youtube.com/watch?v=uHQmnz2zZYU

    RispondiElimina
  72. GIA CHE CI SONO VI MANDO ANCHE


    Saddam Maake

    http://www.youtube.com/watch?v=_zkJawi2IiQ


    UN MITO ...... :)

    RispondiElimina
  73. grande saddam hewuifhuiewhfiuhewfvioeuwhfewph

    RispondiElimina
  74. appunto, giusto per rimanere nel totale buio di questi mesi:



    L'incontro tra Cellino e Galliani relativo al passaggio di Allegri al Milan, che si sarebbe dovuto tenere nella giornata di domani, è irrimediabilmente saltato. Secondo Sky Sport 24, infatti, il presidente dei rossoblù, attualmente a Miami, non avrebbe intenzione di tornare in Italia, facendo sì che il possibile accordo per il tecnico toscano slitti ancora a data da destinarsi. Una telenovela, dunque, la cui conclusione dovrà obbligatoriamente farsi attendere.

    RispondiElimina
  75. io non ho piu' parole

    RispondiElimina
  76. se lo dice bronzetti:


    Intervenendo telefonicamente a Calciomercato, in onda su Mediaset Premium, Ernesto Bronzetti, consulente di mercato per la Spagna, spazza via le voci su un interessamento del Chelsea al Papero (definitivamente?) e rilancia: "Ancelotti vuole Kakà. Abramovich non sembra molto convinto però". Il noto agente rincuora così i tifosi rossoneri, dopo le parole dell'agente del brasiliano nel pomeriggio che aveva mandato in tilt gli esperti di mercato.

    RispondiElimina
  77. sono proprio tutti convinti......


    MILANNEWS:


    Cara redazione e amici rossoneri, non riesco a capire cosa intenda fare il Milan in questa sessione di mercato. Ormai è chiaro che si aspetta il 2011 per "liberarsi" di ingaggi elevati come Dinho,Pirlo,Seedorf,etc., ma questo immobilismo un pò mi fa pensare che si è in cerca di giocatori giovani, di prospettiva e basso costo, ma leggo che Livaja giocatore giovane serbo, lo sta per acquistare l'Inter dopo che è stato visionato dal Milan. Io credo che gli osservatori del Milan fanno un grandissimo lavoro nello scovare talenti, ma quando si individuano, bisogna chiudere in fretta senza attiare troppo le luci sulla trattativa. Ora come ora il Milan sà di avere bisogno di giocatori a centrocampo e il solo innesto di Strasser dalla Primavera non può essere sufficiente. A questo punto bisognerà stringere per qualche parametro zero (Goulon sarebbe l'ideale) e inserire con i soldi provenienti dalla cessione di Huntelaar, Lazzari e Leon (giocatori duttili a centrocampo) e con i 20mln messi a disposizione dalla dirigenza cercare di chiudere per "O Ganso". Per la difesa andrebbe inserito "finalmente" Albertazzi e si dovrebbe puntare si un terzino sinistro ( Adriano o Aogo) con costi sostenuti. Poi dal famoso ormai stradetto 2011 si spera in un altro mercato.
    Grazie per il tempo dedicatomi
    Distinti Saluti
    Fabio

    RispondiElimina
  78. c'e gia gente che getta la spugna e passa direttamente al mercato del 2011, poveri noi, siamo messi proprio male

    RispondiElimina
  79. uaaaaaaaaaaaa

    RispondiElimina
  80. buonanotte a tutti :)

    RispondiElimina
  81. buonanotte sta minkia........ho cominciato il turno da 2 ore



    Guardia notturna Rossonera

    RispondiElimina
  82. buon giorno :)

    RispondiElimina
  83. Giorno a tutti !!!

    RispondiElimina
  84. belli e brutti, nei brutti ci metto RDV

    RispondiElimina
  85. :) hihihihihihi

    RispondiElimina
  86. giorno giorno, un po a rilento ma ci siamo...


    qualcuno ha novita? cosi subito di primo pomeriggio ci scoglioniamo bene

    RispondiElimina
  87. c'e' questa voce:

    OSTAGGI DEI CONTRATTI IN SCADENZA


    Dopo il rifiuto di Marek Jankulovski di andare alla Sampdoria e quello di Kakhaber Kaladze di tornare alla Dinamo Kiev, il Milan si trova a dover fare i conti con due giocatori che, con ogni probabilità, non rientreranno nel progetto tecnico-tattico di Massimiliano Allegri visto che la società rossonera ha già acquistato un centrale, il colombiano Yepes, ed è sulle tracce di diversi esterni difensivi, ruolo che dovrebbe ricoprire il ceko. I rifiuti alle offerte pervenute, più per motivi di ingaggio che per altre reali argomentazioni, mette il Milan in una situazione alquanto scomoda in quanto si troverà a pagare due stipendi pesanti a due giocatori diventati comprimari i quali, così facendo, si accontenterebbero di fare un'altra stagione tra panchina e tribuna piuttosto che diminuirsi l'ingaggio ed andare a giocare con continuità in piazze sicuramente meno blasonate di Milano, ma dove troverebbero maggior spazio. L'unico che sta cercando una soluzione alternativa è Massimo Oddo che potrebbe ritornare alla Lazio. Intanto però il Milan resta in ostaggio dei contratti pesanti ed il 30 giugno 2011 è ancora molto lontano.

    RispondiElimina
  88. GUARDIA NOTTURNA DORME,

    perdonami guardia, non riesco ad accompagnarti dopo le 2 di notte



    speriamo che arrivano dei grandi esterni difensivi, la mia unica speranza e' questa.
    Grandi intendo che spingano sulla fascia, che crossino perfettamente, che abbiano un buon tiro, che abbiano grinta e voglia di vincere.

    Chiedo troppo?

    RispondiElimina
  89. Leone Rossonero10/06/10, 14:02

    E anche oggi, finita la pausa pranzo, si torna al lavoro....


    perche' RDV nei brutti? dai anonimo non creiamo attriti che non ci sono, almeno mettici uno smile.

    RispondiElimina
  90. Leone Rossonero10/06/10, 14:03

    no Luca non chiedi troppo, e solo che di questi tempi 2 semplici e forti esterni diventano un miraggio

    RispondiElimina
  91. ricominciamo con questi tempi, dai basta....cerchiamo di metterci una pietra sopra e proponiamoci in modo positivo raga

    RispondiElimina
  92. ma che positivo e positivo, qui l'unica cosa positiva e' il non rinnovo del Didastro, Dinho e Pato forse se ne vanno, che cazzo di positivita' volete????

    RispondiElimina
  93. PATO RESTA!


    L'Amministratore Delegato del Milan, Adriano Galliani, è intervenuto in occasione della riunione di Lega che si terrà oggi in via Rosellini 4 a Milano. Il dirigente rossonero ha parlato di mercato, focalizzandosi sull'allenatore e sulla situazione di Alexandre Pato, nell'occhio del ciclone dopo le ultime dichiarazioni alla stampa: "Per Allegri non ci sono problemi, sapete tutti chi sarà il prossimo tecnico del Milan. Pato? Rimane al Milan, ha un contratto fino al 2013. Il rapporto con il Real è privilegiato, come sempre, però al momento non c'è nessun giocatore che ci interessa".

    RispondiElimina
  94. Io non credo che quest'anno partà Pato, mi dispiace solo da tifoso che lui ha già queste idee(ma come ho già scritto lo capisco). Secondo me non parte perchè Galliani nella riunione con i soci azionari di qualche mese fà, ha chiaramente affermato che Pato non parte. E' quella è una riunione dove si decidono le cose davvero, non sono le solite chiacchiere che si dicono ai giornalisti. Almeno io la penso cosi :D

    RispondiElimina
  95. cazzo Max, avevano fatto la stessa cosa con Kaka, con tanto di sbandieramento al balcone e con mano sul petto, come possiamo fidarci, dobbiamo stare sulle spine fino a una settimana dall'inizio del campionato.

    RispondiElimina
  96. Leone Rossonero10/06/10, 14:40

    Kaka' kaka', che ti venisse un crampo al culo....

    RispondiElimina
  97. Caro Tiziano,
    sei una delle poche persone rossonere doc rimaste, sei un grande

    Forza Milan
    (Pino da Livorno)

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.