sabato 5 giugno 2010

Merita assolutamente una squadra competitiva

A malincuore dobbiamo dar spazio alla nostra etica e alla nostra grande stima per il Gaucho. O si prendono giocatori ottimi o e' meglio che Dinho se ne vada. No no, non siamo impazziti anche noi........nel vedere il nostro asso brasiliano in campo, con gente che non ha ne voglia e ne la capacita' per accompagnarlo ci piange il cuore, un giocatore tanto desiderato che oggi rischia di andarsene per mancanza di competenze, sia in campo che dirigenziali.
Una cosa e' scontata, via Dinho vuol dire nulla per pochi ma vuol dire anche tantissimo per chi vuole un Milan vincente. Perdere Dinho dopo solo 2 anni in rossonero? ci viene in mente una sola risposta. Il declino totale di questa societa' si avvicina lentamente, ma si avvicina.