giovedì 4 marzo 2010

E allora caro Dinho, è arrivato il momento di fare sul serio....

Alcune "LETTERE DEL TIFOSO", online sul sito del nostro partner Milannews.it, meritano la giusta attenzione.

Caro Dinho,
a scriverti è un giovane tifoso (22 anni) che sin dai tempi in cui regalavi magie lontano da qui, ti sognava rossonero. Quando quel giorno di Luglio 2008 sei sbarcato a Milanello, per me fù l'inizio di un sogno. La partenza di kakà è stata una parentesi “drammatica” per la storia recente del nostro Milan, ma la tua presenza ha sempre alleviato quel dolore. Sei stato criticato, in alcune situazioni anche deriso, per la tua forma non eccelsa; ma io ti ho sempre difeso, ho sempre creduto in te e nelle ultime settimane ci stiamo prendendo grandi rivincite (alla faccia dei detrattori).

Però, ricorda, i grandi si esaltano quando il gioco si fa duro... E allora caro Dinho due fondamentali “battaglie” per il futuro della nostra stagione ci attendono: Roma sabato, e poi la proibitiva (per alcuni non per me) trasferta nella tana dei diavoli rossi. Sarà in queste due interminabili notti che tu devi prendere per mano la squadra e trascinarla verso la vittoria, verso il sogno. Lo so, alcuni continueranno sempre a parlar male anzi a sproloquiare ma questo a noi non interessa.. Quello che conta è il Milan, sono questi colori, sono i milioni di tifosi che gioiscono grazie alle tue magie. E allora caro Dinho, è arrivato il momento di fare sul serio, e quel dolore (per la partenza di Kakà) ad oggi alleviato, è giunto il momento di farlo scomparire... e di dimostrare al mondo intero che il vero numero uno ce l'abbiamo Noi.

Mostraci che, con Te, sognare si può, Regalaci un sogno . . .

Con stima e ammirazione il tuo grande tifoso
Francesco Lupo