venerdì 4 giugno 2010

Sapete chi è Paulo Henrique Ganso?

Ci serve un centrocampista, un vero numero 8, di quelli rari che non si trovano più, con tanta grinta e tanta fame di vittoria com'era il nostro Ringhio ad inizio carriera.
Si rivede la storia di famiglie brasiliane, accompagnano i loro figli nel diventare grandi campioni che valgono milioni di euro. Anche il Real si fa avanti.

Altri video di Paulo Henrique Ganso:
1 - Pallonetto a centrocampo
2 - Divertente: Si rifiuta di uscire per una sostituzione, il CT ammette l'errore
3 - Neymar, Ganso e Ronaldinho Gaúcho
4 - Splendido pallonetto e traversa

8 commenti:

  1. beh e' forte dai, non mi sembra il solito scarsone.....

    ne abbiamo gia uno simile di giocatore, solo che ogni domenica rischia il rosso, quindi non si puo' contare sulla sua disponibilita', mi riferisco ovviamente a Flamini mangia fuoco.

    RispondiElimina
  2. Leone Rossonero04/06/10, 13:45

    buono, a me piace

    RispondiElimina
  3. cazzo centra il post su Ganso?

    e' stato fatto in modo che Rossonero di Vergogna non posti?


    heehehehfeuirhufirhguhreuihg


    Ciao Leone

    RispondiElimina
  4. Leone Rossonero04/06/10, 14:22

    ciao Luca



    lascia stare Rossonero di Vergogna, non stuzzicare il cane che dorme.

    :)

    RispondiElimina
  5. comunque ganso mi piace :)

    RispondiElimina
  6. per Rossonero di Vergogna:


    Intervistato da Milan Channel dopo l'amichevole vinta per 4 a 1 dal Milan contro i Montreal Impact, Ronaldinho fuga i dubbi sul suo futuro affermando: "Adesso andiamo in vacanza e poi dobbiamo riprendere la preparazione per affrontare al meglio la prossima stagione. Sappiamo dove dobbiamo migliorare e sappiamo quali errori abbiamo commesso la scorsa stagione e dobbiamo lavorare bene per migliorarli".

    RispondiElimina
  7. Ronaldinho, a dispetto dei critici, è stato l'autentico protagonista della tournèe americana: tocchi di classe, magie, ovazioni delle varie arene, spettacolo e rete conclusiva in quel del Canada. Un autentico idolo per tutti i tifosi americani, accorsi in massa allo stadio per ammirare da vicino il talento verdeoro: acclamato ovunque in maniera festosa, simbolo di un calcio spettacolo quasi sconosciuto nella terra dei miracoli. Il brasiliano, decisamente sensibile all'affetto che il pubblico gli ostenta, avrà gradito senz'altro i tributi di stima di un popolo che, per l'occasione, non gli ha fatto mancare nulla. La gara di Dinho contro i Montreal Impact è stata splendida, ricca di magie e funambolismi, che il pubblico canadese ha scandito con ovazioni per tutta la durata del match. Il rigore trasformato, infine, è stato festeggiato quasi come una rete della formazione di casa, segno che il risultato, in una serata di festa, è assolutamente secondario. Il fantasista verdeoro, uscendo nei minuti finali per tributare il giusto applauso dallo stadio di Montreal, ha salutato caldamente i tifosi, dispensando abbracci sentiti a compagni di squadra e staff: un saluto "strano" per la sua estrema intensità, con le sembianze di un addio, suscitando le stesse sensazioni scaturite dall'uscita dal campo nell'ultimo match di campionato contro la Juventus. Che la gara canadese sia stata l'ultima di Dinho con la maglia del Milan? I dubbi sul suo futuro si rincorrono ma, ovviamente, tutto è ancora molto lontano dal capitolo finale.

    RispondiElimina
  8. In questo modo il Milan ha chiuso la stagione 2009/2010:

    DC United - Milan 3 a 2
    Milan - Chicago Fire1 a 0.
    Milan - Impact 4 a 1

    che risultati!!!

    Dinho e' stato si spettacolare , i problemi sono come sempre i restanti 10 compagni.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.