giovedì 29 ottobre 2009

Amore per la squadra


Ogni buon giocatore che tiene alla sua squadra, che tiene a far bella figura, rimane contrariato dopo una sostituzione.
E' giusto, l'amore per la squadra si dimostra in questo modo, con gelosia e rabbia.
Leo ha ragione da vendere e Ronaldinho anche.
E' stata una sostituzione tattica che non ha portato benefici, anzi, su Dinho i napoletani erano immancabilmente presenti con 2 o 3 giocatori e invece Flamini ha avuto modo di pascolare liberamente al San Paolo.
Morale, il napoli ha avanzato i laterali, cross e gol arrivavano da tutte le parti.
Quello che conta è un Pato in ottima forma, ritornato anche lui con Pippo in gol nel 1, 2 fulmineo dei primi 5 minuti.
Napoli 2 Milan 2 , la solita partita col Vesuvio che guarda, combattuta e grintosa.

domenica 25 ottobre 2009

Un vero tifoso scrive alla redazione di MilanNews

Carissima redazione di Milanews il mio nome é Marco, e ovviamente sono un grandissimo tifoso milanista. E tengo a sottolineare un vero tifoso milanista. Il comportamento di certi "tifosi" rossoneri é davvero vergognoso. Dopo due belle vittorie, non fanno altro che scrivere lettere con frasi del tipo "non illudiamoci", "la vittoria con il Real Madrid é stata un caso", e addirittura una persona ha detto che con questa squadra, forse non ci qualificheremo neanche in coppa Uefa! A questo punto credo fermamente che quelle persone che hanno scritto non siano assolutamente di fede rossonera. Finitela di ripetere che questo Milan non é quello di Sacchi... lo sappiamo tutti! Neanche il Milan di Ancelotti é stato come quello di Sacchi. E' un ragionamento a dir poco stupido. Come dire agli Interisti che questa Inter non é quella di Facchetti, ai Napoletani che questo Napoli non é quello di Maradona, agli Juventini che questa Juve non é quella di Platini... etc... ma che discorsi sono? Ora poi tutti che vogliono i giovani... il Milan ha avuto sempre questa politica, ovvero di una rosa un pò più "matura" delle altre squadre. E' sempre stato così. Finché si vinceva la carta d'identità non era un problema, vero? Ora che le cose vanno maluccio, tutti a cercare l'età dei giocatori. Anche la nazionale tedesca é sempre stata una nazionale di "vecchi" ma guarda caso, nei vari mondiali ed europei arriva sempre in fondo... vi siete mai chiesti perché? Perché magari la buona tecnica e la grande esperienza fanno la differenza! Vedi anche perché il Milan fa sempre bene in Champions. Dire di non illudersi per la vittoria contro il Real al Bernabeu, di volare basso, che é stato un caso, che questa squadra non andrà da nessuna parte... non é da veri tifosi! Perché chi scrive queste cose non lo é. Io non ho una grande simpatia per Galliani, ma ha pienamente ragione che se avesse venduto i vari Pirlo, Gattuso, Seedorf i tifosi l'avrebbero linciato. Gli stessi che ora scrivono che Pirlo o Seedorf camminano in campo. Ovviamente non sto dicendo che il Milan non ha problemi, ma non si può dire che la squadra é totalmente da rifondare. E' pura follia. Un paio d'acquisti ben mirati, e questa squadra tornerà ad essere competitiva. Prima che il Milan dovesse andare al Bernabeu per affrontare il Real i nostri pseudo tifosi scrivevano prorprio su questo sito "speriamo che i Madridisti si fermino a 4 goals", sembrava che dovevano essere disintegrati. Quando li abbiamo battuti ora il Real é diventato una squadretta di serie B! Si trova sempre un pretesto per offendere questa squadra e Leonardo. Io ho fiducia in lui e in questi ragazzi e ci sono tanti che la pensano come me. Ma puntualmente veniamo trattati come visionari... e vabbé in Italia 60 milioni di allenatori, no? Mi scuso per lo sfogo, ma non se ne può più. Non so dove arriverà questo Milan o cosa farà complessivamente questa stagione, ma se essere illusi significa vincere al Bernabeu, allora lasciateci illudere in pace! Forza Milan e un abbraccio a tutti i tifosi... quelli veri ovviamente.

mercoledì 21 ottobre 2009

Equilibrio, grinta e onore. Real Madrid Vs Milan 2 - 3

Il Milan con grande cuore espugna lo stadio spagnolo del Real, giocando un primo tempo sottotono ma un secondo a grandi livelli. L'onore della squadra più titolata al mondo si fa ancora sentire.
Bella partita di Ronaldinho ma sopratutto dei ragazzi.
Usciamo dal Bernabeu, siamo una squadra da temere, in Champions.

Rivista N°6 - Ronaldinho immortale

L'impronta di Ronaldinho, il suo talento unico immortalato nella Champions Promenade del principato di Monaco, in fianco a campioni come Zico, Zidane, Roberto Baggio.....
Diamogli forza ragazzi!, è un grande giocatore, ha bisogno di noi.

La rivista numero 6 a questo indirizzo.

lunedì 19 ottobre 2009

Milan - Roma 2-1

Le parole di Ronaldinho nel dopo partita contro la squadra romana.
“In questo momento mi sento bene. Dopo tanto lavoro mi sento bene fisicamente, tecnicamente e anche di spirito. Voglio continuare a fare bene come questa sera per fare felici tutti i tifosi del Milan.
Questa sera c’è stata la prova che Pato ed io possiamo giocare insieme, le cose ci vengono facilmente: a me piace fare gli assist e a lui piace segnare.
Nel momento in cui sono andato a calciare il rigore ho potuto dare una risposta a tutte le critiche che ho sentito, in quel momento ho fatto lo sforzo di restare concentrato.
Sia che giochi sulla sinistra sia che giochi come prima punta per me non c’è nessun problema: a sinistra ho giocato tanti anni e le cose mi vengono più facilmente, ma provando insieme a Pato credo che potremmo fare grandi cose.
Noi compagni tutti insieme al Mister cerchiamo sempre di fare del nostro meglio per questa squadra. Alla fine del campionato mancano ancora tante partite e adesso è importante cercare di recuperare quei punti che ci distaccano dalle squadre davanti a noi, dobbiamo andare avanti facendo bene come questa sera.
Alle voci che sento sul mio conto la mia risposta è quella di scendere in campo e fare del mio meglio. Anche quando sento il presidente Silvio Berlusconi che parla bene di me, sento una motivazione, uno stimolo in più per fare sempre meglio, mi carica. Lui mi ha acquistato per dare il mio contributo a questa squadra dopo tanti anni che sono nel mondo del calcio in modo da poter aiutare i calciatori più giovani.
Mercoledì ci attende l’impegno contro il Real Madrid, bisognerà guardare bene la partita di questa sera per non ripetere gli errori commessi e per cercare di tenere le cose positive.
Thiago Silva è uno dei migliori difensori al mondo e sono certo che la prossima volta starà più attento per non ripetere l’errore che ha commesso oggi.
Per quanto riguarda il discorso sulle convocazioni in nazionale io devo prima pensare a fare bene qui al Milan, poi tutto verrà normalmente sia per me che per tutti i brasiliani. Mi spiace per quello che è successo oggi a marco Storari, ha avuto un problema alla schiena, ma allo stesso tempo sono felice per la prestazione di Dida.”

martedì 13 ottobre 2009

Golden Foot a Ronaldinho, un premio di fiducia

Una premiazione che da orgoglio, un premio al migliore di tutti, adrenalina e tanta grinta dentro il piede del Gaucho.
Al Grimaldi Forum di Montecarlo e' stato premiato Ronaldo De Assis Moreira, grazie alle votazioni degli internauti che lo hanno preferito a:
David BECKHAM, Gianluigi BUFFON, Luís FIGO,
Steven GERRARD, Ryan GIGGS, Thierry HENRY, González Blanco RAÚL, Francesco TOTTI, David TREZEGUET.
Il popolo rossonero spera che questo premio faccia riesplodere il talento, la forza e la grinta del Gaucho.
"Ronnie questo e' un premio di fiducia, tutti gli amanti del calcio si augurano con questo "ORO" una scossa, uno stimolo, riaverti come prima e piu' di prima.
I mondiali sono alle porte, sei un grande campione e puoi ancora dimostrare tutto il tuo talento. Dinho siamo con te."
Le foto della premiazione sul Blog.

domenica 11 ottobre 2009

Ronaldinho bonghi a Parigi

si suonano i bonghi e si fa festa quando si è sereni.
Ronaldinho a Parigi trasmette allegria e serenità, e questo dovrebbe rilassare qualche animo irrequieto, che ad ogni uscita (di svago/relax) del Gaucho è subito pronto ad innalzare la solita ondata di critica, immancabilmente ribalza in tutto il pianeta.
Niente Ronnie, la gente ti vuole a casa a fare la calzina. Noi ti preferiamo così, vero e sereno, invece che a casa a fare la nonnetta rossonera. C'è nè sono già tante!.

martedì 6 ottobre 2009

Dinho, si parla di scossoni

molti addossano la colpa al Gaucho, molti puntano il dito contro il piu' forte senza rendersene conto e molti vogliono che Dinho torni Dinho.
Pensiamo sia giusto, del resto abbiamo voluto Ronaldinho Gaucho in Rossonero ed ora pretendiamo da lui il massimo possibile.
Poi lui ha voluto diventare Rossonero, quindi anche lui pretende molto da se stesso. Anche lui vuole il massimo possibile. Sopratutto da tutta la squadra.

Il problema e' pero' il gioco, e non i singoli giocatori. Si forse c'e qualcuno che ormai e' o si sente arrivato e quindi dovrebbe farsi da parte di sua spontanea volonta', ma diamo tempo al tempo.
Intanto cominciate a non dare la colpa al singolo, solo perche' e' il piu' forte di tutti non vuol dire che sia un Dio con poteri magici. Ha fatto solo un gol e per ora ci ha salvato la faccia.

domenica 4 ottobre 2009

Bergamo: Ronaldinho dichiarazione dopo partita

Su MilanTime trovate il video dell'intervista.
Ronaldinho: “Sono felice per il mio primo gol stagionale, fa bene perché mi dà maggior fiducia in me stesso. Adesso devo continuare a lavorare su questa strada per migliorare sempre di più.
Dopo il gol sono corso a cercare Sandro perché ha fatto un assist eccellente. Sicuramente mi piacerebbe giocare novanta minuti, ma cerco di lavorare per poter fare ancora meglio di volta in volta.
A livello di squadra è difficile essere felici quando i risultati non arrivano, ma adesso abbiamo a disposizione tanti giorni per lavorare e tornare a fare bene. Arriva la sosta per le nazionali dopo un periodo intenso di partite, adesso possiamo impegnarci per tornare ad un buon livello alla ripresa del campionato e cercare di ridurre il distacco che ci separa dalle squadre davanti a noi.”