sabato 4 luglio 2009

Campagna abbonamenti: Essere fedeli, essere rossoneri

Capiamo tutti quei tifosi che sono ancora accecati dall'immagine di Kakà che saluta Madrid, capiamo anche l'ultimo periodo legato al calcio mercato rossonero, di cui molti continuano a non essere contenti, quello che però non capiamo e riteniamo eccessivo, è questa forma di protesta sulla campagna abbonamenti.
Il Milan (per vari motivi) ha perso un timoniere essenziale della rosa, non per questo i tifosi devono abbandonare la nave, non è scusato tanto eccesso. Ma sono tifosi veri o no?.
Il Milan ha passato anni decisamente peggiori. Vedi serie B per i più anzianotti.
Inoltre saremo anche di parte, potete dirlo!, ma non si può dimenticare Ronaldinho, come ha fatto spesso e volentieri l'ultimo allenatore Carletto.
Questa altalena e mancato rendimento del Gaucho sono stati provocati proprio da un tira e molla infelice per qualsiasi giocatore, immaginate per lui, attesso durante la presentazione da 40.000 persone al meazza, e, costretto troppe volte durante il campionato (questo si! in modo eccessivo) a sedersi in panchina. Dinho farà ricredere le solite teste dure.
Bisogna essere fedeli, essere rossoneri.

3 commenti:

  1. Forza Dinho!! siamo con te.

    RispondiElimina
  2. Secondo me Dinho farà un grande anno calcistico, lo spero da Milanista e da sportivo

    RispondiElimina
  3. Paulo Oliveira07/07/09, 21:57

    Ronaldinho el melhor

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.