martedì 31 marzo 2009

Ronaldinho con i pompieri di Porto Alegre


Ad allenamento terminato. Ronaldinho attraversa la pista di altletica per conversare con i giocatori e integranti della commisione tecnica dei ragazzi del Gremio, quando una voce cattura la sua attenzione.

Un vecchio amico , suo vicino di casa "non avrei mai pensato di incontrarlo qui" ha detto, dopo un lungo abbraccio.
Era il mio vicino di porta quando vivevo nella zona Villa Nova, dichiara il soldato gaucho del corpo dei pompieri di Porto Alegre, Escobar.
Aggiunge:"il miglior giocatore della famiglia era lo zio di Ronaldinho, "Miquimba", lui faceva con la palla tutto quello che oggi Ronaldinho vi mostra.
Ronaldinho conferma le qualità dello zio, "si è vero, era un vero fenomeno" l'incontro si conclude ricordando il padre anche lui giocatore.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.